QUESTIONARIO MACROSISMICO



Vi invitiamo ad indicare sempre:la data, il luogo e l'ora dell'evento.

Evento sismico del giorno (esempio: 15/05/2001)

Nella località di Provincia  

Non è stato avvertito

E' stato avvertito alle ore (esempio 08:40)                 ha avuto una durata di (secondi)

Seleziona nella tabella sottostante lo scenario teorico che meglio rappresenta quello realmente osservato.

Scenario teorico degli effetti

 
Recepito solamente da rari soggetti nervosi che si trovano in perfetta quiete, oppure estremamente sensibili e quasi sempre nei paini superiori dei caseggiati
Anche in zone densamente abitate viene percepito come scuotimento soltanto da una piccola parte degli abitanti nell'interno delle case, come nel caso del passaggio di un'automobile a velocità elevata.
Da alcuni viene riconosciuto quale fenomeno sismico soltanto dopo averne ragionato tra di loro.
Delle persone che si trovano all'esterno degli edifici non molte percepiscono il terremoto.
All'interno delle case viene identificato da molte persone, ma non da tutte, in seguito al tremare oppure ad oscillazioni leggere di mobili, in seguito al quale cristalleria e vasellame, posti a breve distanza urtano come al passaggio di un pesante autocarro su pavimentazione irregolare.
Finestre tintinnano, porte, travi e assi scricchiolano.
In recipienti aperti, liquidi vengono leggermente mossi. Si ha la sensazione che, in casa, un oggetto pesante si rovesci, oppure di oscillare con tutta la sedia o il letto,  questo movimento provoca poca paura a persone che sono diventate nervose o apprensive a causa di terremoti precedenti.
In rari casi i dormienti si svegliano.
Perfino nel pieno delle attività giornaliere il sisma viene percepito da numerose persone sulle strade o comunque in campo aperto.
Negli appartamenti si perviene all'osservazione in seguito allo scuotere dell'intero edificio. Oggetti pendenti entrano in oscillazione (es. tendaggi, lampade pendenti, lampadari non troppo pesanti); campanelli suonano, orologi a pendolo si fermano o oscillano con maggiore periodo, la luce elettrica guizza o cade in seguito a movimenti della linea; quadri urtano battendo contro le pareti oppure si spostano; piccoli  oggetti si possono rovesciare, eppure oggetti addossati alle pareti, arredi leggeri possono perfino essere spostati di poco dal posto; mobili rintronano; porte ed imposte si aprono o si chiudono sbattendo; i vetri delle finestre si infrangono. Quasi tutti i dormienti si svegliano. Sporadicamente persone fuggono all'aperto.
Il terremoto viene avvertito da tutti con paura così che molti rifuggono all'aperto, alcuni credono di dover cadere. Liquidi si muovono fortemente, quadri, libri e cose simili, cadono dalle pareti e dagli scaffali; porcellane si frantumano; suppellettili assai stabili, perfino isolati pezzi di arredo, vengono spostati o cadono; campane minori in cappelle e chiese, orologi di campanili, battono.
In singole case costruite solidamente nascono danni leggeri; spaccature all'intonaco; caduta del rinzaffo di soffitti e di pareti. Danni più forti, si hanno su edifici mal costruiti. qualche tegola e pietra di camino può cadere.
Lesioni notevoli vengono provocate da oggetti ed arredamento degli appartamenti, anche di grande peso, con il rovesciamento e la frantumazione. Campane maggiori rintoccano ... Stagni e laghi gettano onde e intorpidiscono a causa della melma mossa. Parti delle sponde di sabbia e ghiaia scivolano via. Pozzi variano il livello di acqua.
Danni moderati a numerosi edifici costruiti solidamente: piccole spaccature nei muri. Caduta di parti piuttosto grandi dell'intonacatura e dello stucco, di mattoni; generale caduta di tegole. Molti fumaioli vengono lesi da incrinature, da tegole, da fuoriuscita di pietre; camini già rovinati si rovesciano sopra il tetto e lo danneggiano.
Da torri e costruzioni alte cadono decorazioni mal fissate. In case a pareti intelaiate, i danni all'intonacatura e all'intelaiatura sono abbastanza forti.
Crollo singolo di case mal costruite oppure ristrutturate.
Anche i mobili più pesanti vengono in parte portati lontane dal proprio luogo di origine e a volte rovesciati. Statue, pietre miliari nel terreno o anche in chiese, in cimiteri e parchi pubblici ruotano sul proprio piedistallo oppure si rovesciano. Solidi muri di cinta in pietra sono aperti e atterrati.
Un quarto circa della case riporta gravi distruzioni; alcune crollano; molte divengono inabitabili.
Negli edifici ad intelaiatura, cade gran parte della tamponatura. Case in legno vengono schiacciate o rovesciate. In particolare campanili di chiese e camini di fabbriche con la loro caduta provocano ad edifici vicini lesioni più gravi di quanto non avrebbe fatto da solo il terremoto.
Circa la metà di case in pietra sono gravemente distrutte; molte crollano; la maggior parte diviene inabitabile.
Case ad intelaiatura sono divelte dalle proprie fondamenta e schiacciate su se stesse, e con ciò travi di qualche ambiente sono strappate.
Gravissima distruzione di circa tre quarti di edifici; la maggior parte crolla.
Perfino costruzioni solide di legno e ponti subiscono gravi lesioni; alcuni vengono distrutti.
Binari leggermente piegati e tubature (gas, acqua e scarichi) vengono troncate, rotte e schiacciate.
Crollo di tutti gli edifici in muratura, solide costruzioni e capanne di legno ad incastro di grande elasticità possono ancora reggere singolarmente. Anche i più grandi e sicuri ponti crollano a causa della caduta dei pilastri in pietra o del cedimento di quelli in ferro, binari fortemente piegati e compressi. Tubature nel terreno vengono staccate l'una dall'altra e rese irreparabili.

 

Breve descrizione degli effetti (max 240 caratteri):

Il tuo Nome       

Il tuo Cognome 

La tua e-mail:    

 

    

Grazie per la collaborazione